Nido d'Infanzia COLORADO

Logo Matilde Capello70

logo Liberamente70

Logo Life Care70

IMG 7155 Copia
Nel passaggio Nido-Scuola dell’infanzia il bambino, da un lato, scioglie consolidate relazioni e modifica i legami, dall’altro, intesse nuove relazioni e crea legami. Inoltre, egli si trova di fronte a nuovi ritmi, a spazi sconosciuti e a differente sistema di regole. Il bambino “grande” del Nido diventa il “piccolo” della Scuola dell’infanzia che deve sia lasciare affetti consolidati per costruirne dei nuovi, sia abbandonare esperienze note per affrontarne delle sconosciute.

Per il bambino è la conferma della sua crescita, una fase di transizione, un passaggio evolutivo dalla dimensione familiare alla dimensione sociale, un’esperienza di forte intensità relazionale ed emotiva. In questa fase di passaggio Nido-Scuola dell’infanzia la coppia genitoriale, oltre ad affrontare il normale cambiamento dovuto all’intrinseca spinta verso la vita e la crescita, vive una seconda esperienza di cambiamento. In particolare i genitori si trovano a vivere nuovi stati emotivi, a manifestare ansie, a portare dubbi.  I genitori allora sperimentano vissuti, stati emotivi e reazioni ambivalenti che possono essere presenti anche contemporaneamente. Le educatrici possono sostenere il bambino in quello spazio-tempo che va dall’uscita dal Nido  all’entrata nella Scuola dell’infanzia e possono rispondere concretamente ai suoi bisogni di  continuità agendo nell’ottica ‘Progetto Continuità’.

Progetto Continuità, rivolto a bambini e genitori, nasce dal/nel desiderio delle Istituzioni; si concretizza grazie alla programmazione, realizzazione e verifica di un percorso; si attua attraverso azioni educative che hanno le finalità, da un lato, di aiutare il bambino ad interiorizzare e gestire i vissuti e, dall’altro, di permettere ai genitori di elaborare l’esperienza. Progetto Continuità significa accompagnare il bambino nella ‘dis-continuità’, dando risposte adeguate ai suoi bisogni affettivi e cognitivi per aiutarlo a ‘leggere’ e a vivere il cambiamento. Progetto Continuità significa aiutare i genitori nel passaggio dalla relazione con le educatrici e il Nido, all’incontro con le insegnanti e la Scuola dell’infanzia.Inoltre, significa sostenere i genitori  nell’accompagnare il  proprio bambino nel percorso verso la Scuola dell’infanzia, ossia aiutarli a prendere consapevolezza di ciò che accade, affinché, durante la futura esperienza, essi possano rispecchiare al piccolo le conquiste fatte e possano rassicurarlo con la propria presenza.
Al fine di aiutare la coppia genitoriale in questo percorso, il Coordinamento pedagogico del nostro Nido , ha organizzato un incontro tenuto dalla Dottoressa Stefania Nizzoli  Psicologa e Psicoterapeuta come momento di confronto e dialogo, per dar voce a pensieri, dubbi  e incertezze, per cercare insieme, una possibile risposta ai tanti interrogativi che accompagnano i genitori nel passaggio dal Nido alla Scuola dell’infanzia.
Il Progetto Continuità implica azioni complementari tra le due comunità educative: il lasciare andare del Nido e l’accogliere della Scuola dell’infanzia.  In particolare, il Nido lascia andare bambini e genitori perché possano entrare attivamente nella nuova comunità educativa.
La Scuola dell’infanzia accoglie: da un lato, il bambino, perché possa accedere a nuove occasioni di sperimentazione, ricerca, esplorazione; dall’altro i genitori perché potenzino la loro genitorialità.
Mantenere una continuità tra Nido e Scuola dell’infanzia, negli stili educativi e nelle occasioni di apprendimento, negli incontri e nelle relazioni, può facilitare dunque un ambientamento più sereno e graduale nella nuova realtà educativa.
Si tratta quindi di curare i momenti di incontro tra bambini di età e di scuole differenti, consapevoli che la continuità è un modo di intendere la scuola come spazio e luogo coerente, nel quale ciascuno possa trovare l’ambiente e le condizioni più favorevoli per realizzare un percorso formativo completo.
La continuità educativa con le famiglie si realizza anche attraverso l’ascolto, ascolto attivo dei bisogni, delle aspettative e delle emozioni  che le accompagnano in questo viaggio verso un mondo “altro”.
Per questo motivo abbiamo ritenuto fondamentale coinvolgere genitori e nonni nella progettazione relativa alla continuità educativa.
Ricollegandoci alla progettualità di sezione inerente alla lettura abbiamo pensato di utilizzare il libro “Viaggio” come libro ponte che accompagnasse i bambini durante questo passaggio dal Nido alla Scuola dell’infanzia.
Un libro di sole immagini, nelle quali il bambino si immerge, dando così spazio alla sua fantasia e immaginazione. Il testo racconta la storia di una bambina, che decide di disegnare sul muro una porta magica, che si apre su un meraviglioso mondo ricco di colori e avventure, dove grandi e piccini verranno trasportati a bordo di una barca, una mongolfiera e un tappeto volante in uno spettacolare viaggio verso una meta sconosciuta. Durante il viaggio la nostra protagonista incontra un nuovo amico e insieme, a bordo di una bicicletta,i due bambini giocano felici.

Primo gruppoIl percorso educativo relativo alla continuità ha visto bambini , genitori e nonni del nostro Nido  impegnati alla Scuola dell’infanzia Matilde Capello in tre esperienze laboratoriali in cui , insieme ai bambini più grandi hanno costruito la bicicletta e il tappeto magico del libro “Viaggio”.
Esperienze laboratoriali, che offrono la possibilità di conoscere nuovi contesti, insegnanti e bambini e dove ciascun soggetto, porta con se un prezioso bagaglio fatto di proprie esperienze, conoscenze e apprendimenti.Secondo gruppo 2Il cambiamento  è sempre un momento delicato a cui si accompagnano sentimenti spesso diversi e contrastanti.
Come educatrici ci siamo impegnate ad accompagnare bambini e genitori durante questo passaggio.Terzo gruppo 1A tal proposito abbiamo organizzato una merenda presso la Scuola dell’infanzia Matilde Capello durante la quale i bambini e i genitori del nostro Nido hanno incontrato i bambini più grandi e insieme a loro hanno condiviso esperienze, scoperte e momenti di gioco libero.
Per concludere il nostro progetto sulla continuità educativa abbiamo invitato i bambini della Scuola dell’infanzia a trascorrere una mattinata
al Nido, durante la quale, tutti i bambini hanno collaborato insieme alla realizzazione grafica di una mappa.
Successivamente hanno ricreato il percorso nel giardino del Nido utilizzando materiale naturale come sassi, cortecce e tronchi.
Questa esperienza ha permesso ai bambini di collaborare insieme per la realizzazione di un progetto comune condividendo idee e scoperte e aiutandosi in modo reciproco.
Presentazione standard1Nel concludere il nostro articolo sottolineiamo l’importanza del progetto, in quanto  la continuità educativa rappresenta la condizione indispensabile per garantire che il passaggio dal Nido alla Scuola dell’infanzia assuma una rilevanza pedagogica, affinché il bambino possa rafforzare e arricchire le sue competenze.

BILINGUISMO3

PROGETTI3

CUCINA5

COMUNITA3

Nido d'infanzia Colorado
Via Traversa San Giorgio, 16
41012 Carpi (Mo)

Tel: 059 664174
e-mail: nidocolorado@gmail.com
P.Iva 02513170361

Privacy Policy - Cookie Policy